Come trovare clienti come Commercialista

Simone Talamo

Simone Talamo

Come trovare clienti come Commercialista

Caro commercialista, questo articolo è dedicato esclusivamente a te.

Se arriverai in fondo a questo articolo scoprirai esattamente come promuoverti online per trovare nuovi clienti ogni mese.

Presta molta attenzione a quanto sto per dirti.

Le cose contenute in questo articolo saranno di immenso valore per te e sarai tu a decidere come sfruttare queste nuove conoscenze.

Potrai decidere di contattarmi per lavorare insieme sul tuo progetto oppure provare a fare tutto autonomamente.

Sei pronto a scoprire come promuoverti online come Commercialista?

Cominciamo!

Promuoversi sul Web come Commercialista: la guida definitiva

Come trovare clienti come Commercialista

Nei capitoli che seguiranno ti parlerò di tutta una serie di azioni che puoi compiere per promuoverti online come commercialista.

Mi spiego meglio…

Ogni web marketer o aspirante tale che parla di come promuoversi sul web, consiglia sempre lo strumento o la metodologia che lui preferisce.

C’è chi dice che il blog è la soluzione a tutti i mali, c’è chi dice che devi fare video su YouTube oppure c’è chi dice che devi diventare una Star di Instagram.

Devi sapere però che tutti questi strumenti non devono lavorare in modo indipendente l’uno dall’altro bensì devono cooperare insieme per raggiungere due soli obiettivi:

  1. Aumentare le visite al tuo sito web da parte di potenziali clienti
  2. Convertire queste visite in clienti paganti

Fine.

Io applicando le strategie che ti elencherò di seguito, sono riuscito a creare 2 blog di successo in due settori completamente differenti tra loro.

Uno di questi è dove ti trovi in questo momento, in cui promuovo la attività di consulente di web marketing.

Il secondo è Bushcrafter, una scuola di sopravvivenza e viaggi avventura diventata in meno di due anni un punto di riferimento in Italia del settore.

Ti consiglio di proseguire prima con questa lettura e poi se sei interessato a saperne di più sul mondo del blog e sulle possibilità che può offrirti in termini di guadagno, visita il mio ultimo articolo.

Ma non perdiamoci in chiacchiere…

Cosa serve per far lavorare insieme questi strumenti in modo sensato per generare profitti come commercialista?

Semplice (a dirsi ma non a farsi)… serve un FUNNEL DI VENDITA.

Cos’è un Funnel di Vendita per Commercialisti

le 3 fasi del funnel

Nell’immaginario collettivo è visto come un Imbuto, sostanzialmente è percorso formato da diversi step, attraverso i quali un utente deve necessariamente passare prima di trasformarsi in cliente.

Per semplificare il concetto puoi immaginarti che il Funnel è formato da 3 step principali:

  1. Traffico
  2. Relazione
  3. Conversione

1. Traffico

Il primo step del Funnel è composto dalla generazione di traffico sul tuo sito web da parte di potenziali clienti. Il traffico può essere ottenuto in diversi modi, sia gratuitamente, sia a pagamento.

2. Relazione

Il secondo step del Funnel riguarda la creazione di una relazione tra te e il tuo potenziale cliente. In questa fase dobbiamo convincere il potenziale cliente e fidarsi di noi e dei nostri prodotti e servizi.

3. Conversione

La terza e ultima fase del Funnel è composta dalla Conversione. In questa fase si adottano strategie di vendita che hanno l’unico scopo di convertire il visitatore in cliente.

Tutto chiaro fin qui?

Continua a leggere…

Purtroppo (o per fortuna), oggi per poter vendere un prodotto o servizio serve creare un rapporto con le persone, serve fare informazione e serve un sistema che porti un utente a scegliere noi piuttosto che un altro, altrimenti chiunque ricade nella battaglia dei prezzi.

Se non creiamo una relazione con il potenziale cliente, ci confonderemo con la concorrenza.

Agli occhi del nostro potenziale cliente, saremmo tutti uguali.

Un Funnel di vendita ha come obiettivo quello di creare una motivazione d’acquisto, creando appunto una differenza tra voi e gli altri.

Se ci pensi…

La maggior parte delle aziende e dei professionisti, sono orientati ad una vendita “a freddo”.

Per vendita “a freddo” intendo tutte quelle pubblicità che richiamano all’azione finale del “chiamaci ora per un preventivo, acquista ora, ecc…” senza aver prima stabilito un rapporto con la persona che vede questo annuncio.

Questo tipo di promozione infatti è poco performante perché nel 99% dei casi l’utente che vede la pubblicità non è pronta a comprare in quel momento esatto.

Possono esserci infinite ragioni per cui l’utente decide di non comprare in quel momento esatto in cui vede la tua pubblicità.

Magari andava di fretta, oppure ancora non è convinta se il tuo prodotto o servizio risolve il suo problema, oppure in quel momento non ha soldi a sufficienza.

Il risultato di questo modo di promuoversi quindi risulta quindi uno spreco di denaro.

Con un Funnel invece, siamo in grado di creare un rapporto duraturo con le persone per portarle nel medio/lungo termine a scegliere noi, senza sprecare budget perché sfruttiamo la cosiddetta DOMANDA LATENTE invece di quella CONSAPEVOLE.

Tranquillo/a, ora ti spiego subito la differenza.

Domanda Latente o Consapevole? Dove si trovano clienti del Commercialista?

Devi sapere che il MERCATO, è il luogo in cui la DOMANDA si incontra con l’OFFERTA in prossimità di un PREZZO.

La domanda di beni e servizi a sua volta si suddivide in:

  1. Domanda Consapevole
  2. Domanda Latente.

Presta molta attenzione ora.

DOMANDA CONSAPEVOLE: è quel tipo di domanda che avviene da persone che sono pronte ad acquistare un prodotto o servizio perché sanno già che grazie a quell’acquisto risolveranno il loro problema.

In sostanza hanno un livello di consapevolezza maggiore rispetto agli altri e sanno esattamente cosa gli serve per risolvere il problema, quindi sono pronte a comprare.

DOMANDA LATENTE: è la domanda da parte di persone che POTREBBERO essere interessate al tuo prodotto e/o servizio ma ANCORA NON SONO PRONTE ad acquistarlo.

I motivi per cui ancora non sono pronte ad acquistare il tuo servizio, possono essere molteplici.

Sarà capitato anche a te di avere in mente una cosa da comprare e rimandare spesso l’acquisto per poi ricomprarla dopo qualche giorno, mese o anno?

Mi sbaglio?

Questo discorso vale ancor di più per persone che devono decidere se affidarsi ai tuoi servizi di commercialista oppure no…

Quando le persone vendono “a freddo”, si stanno rivolgendo solamente alla Domanda Consapevole, quindi a tutti quelli che sono già pronti ad acquistare.

La domanda consapevole però, rappresenta solo la punta dell’iceberg, IL GROSSO DELLA DOMANDA… E’ LATENTE!

Per capire meglio questo concetto guarda di nuovo questa foto:

E’ chiaro questo concetto?

Rileggi questo paragrafo più volte perché è proprio qui il cuore pulsante di una strategia che funzioni.

Ma quindi devi proporre i tuoi servizi solo alla domanda latente?

No… a entrambi!

L’importante però è sapere che il grosso della domanda dei tuoi servizi è LATENTE e quindi è fondamentale avere un Funnel in grado di intercettarli e farli diventare clienti solo quando LORO vorranno diventarlo.

Ora che hai capito la differenza tra Domanda Latente e Domanda Consapevole e a cosa serve un Funnel di Vendita, andiamo a vedere un esempio di Funnel di Vendita per un Commercialista con i singoli pezzi da cui è composto.

1 Funnel per 1 solo Obiettivo

Come-sponsorizzare-su-Facebook-Instagram-senza-pagare

Prima di entrare nel dettaglio della struttura del Funnel che ho pensato per te, è importante che tu sappia che, per una qualsiasi attività commerciale, contemporaneamente.

Può esserci Funnel che ha come scopo quello di farti finire in un altro Funnel che ha un altro scopo ancora.

Ogni Funnel ha un solo obiettivo.

Ora ti mostrerò un Funnel di base che da solo è in grado di permetterti di ottenere decide e decine di nuovi clienti riuscendo a conoscere esattamente il ritorno di investimento che stai ottenendo.

Infatti il Funnel è una vera e propria macchina che se viene strutturata e ottimizzata bene, ti permette di 1€ e te ne farà uscire 2€.

Ma ora entriamo nel dettaglio.

Funnel di Vendita per Commercialisti: Sviluppo

Come-sponsorizzare-su-Facebook-Instagram-senza-pagare

CASO STUDIO: Sono un Commercialista in cerca di clienti, cosa faccio?

PRIMO QUESITO DA RISOLVERE: Visto che ogni Funnel di Vendita ha un suo specifico scopo e non posso pensare di promuovere qualsiasi mio servizio ad un pubblico troppo vasto. dovrò individuare l’Offerta Precisa che voglio proporre al pubblico.

SOLUZIONE: Offrirò i miei servizi di Gestione P.Iva, a tutti i ragazzi che vogliono aprirla per la prima volta.

Perfetto! A questo punto dobbiamo creare la macchina che serva a questo scopo.

PER REALIZZARE IL FUNNEL IN QUESTIONE MI SERVE:

  1. Un Sito Web (di cui ti parlerò in modo più approfondito più avanti)
  2. Traffico da parte di potenziali clienti
  3. Un Magnete a cui indirizzare questo traffico
  4. Un Software di Email Marketing

Questi 4 strumenti dovranno collaborare tra loro per fare quello che ti ho descritto all’inizio:

  1. Generare Traffico
  2. Stabilire una Relazione di fiducia
  3. Convertire il Visitatore in Cliente

Se il Funnel è stato costruito bene, ci basterà gettare traffico in questo sistema e lui ci farà uscire clienti paganti.

Ma risolviamo il primo quesito: Il Sito Web

Come si realizza nel modo giusto?

Con quali strumenti conviene farlo?

1. Sito Web per Commercialisti

Come avrai capito, parte tutto dal Sito Web.

Non può esserci altro modo se non quello di cominciare dalla realizzazione “o restyle” del tuo Sito Web di Commercialista o di Studio di Commercialisti.

Il Sito Web rappresenta le fondamenta del tuo business, è il tuo centro di comando, è il posto da cui prende vita il tuo Funnel di Vendita.

Il 90% dei strumenti che compongono il Funnel, prendono vita dal tuo sito web.

Il Sito Web è come se fosse il direttore d’orchestra che dirige tutto il resto del gruppo.

Con cosa puoi realizzarlo?

Per rispondere alla tua prima domanda, ti consiglio il Tema Professionale: Divi!

Divi è il tema WordPress più usato al mondo, ed è lo stesso che utilizzo da anni per i miei clienti.

Ti permette di costruire il tuo sito web visivamente, senza utilizzare nessun codice di scrittura ed in modo professionale e veloce.

Ci sono molti Template gratuiti da poter utilizzare come base di partenza del tuo sito web per poi personalizzarlo a piacere con i tuoi testi e le tue foto.

In alternativa ovviamente, contatti me.

Prima ancora di avere un Sito Web ovviamente dovrai prendere un Hosting che possa ospitarlo.

Quello che uso per me e per i miei clienti è in assoluto il miglior in rapporto qualità/prezzo e si trova in cima alle classifiche mondiali come Top Hosting.

Si chiama SiteGround

Ho scritto una guida dettagliata su come acquistare un pacchetto di Hosting ed installare WordPress con Divi, la trovi cliccando qui

Se invece vuoi che mi occupi io di questo lavoro puoi contattarmi cliccando qui.

2. Ottenere Traffico da parte di Potenziali Clienti

Ora che abbiamo un Sito Web, dobbiamo ricevere traffico da parte di potenziali clienti.

Il Traffico è la benzina che fa funzionare la nostra macchina.

Senza ricevere traffico di potenziali clienti non abbiamo possibilità di far funzionare il Funnel.

Il Traffico possiamo ottenerlo in due modi:

  1. Gratuitamente
  2. A pagamento

Per traffico gratuito si intende quello organico, quello fatto da persone che spontaneamente arrivano nel nostro sito web tramite delle ricerche di vario tipo.

Possiamo ottenere traffico gratuito in questi modi:

  • Indicizzazione Sito Web su Google
  • Articoli di Blog
  • Video su YouTube
  • Pinterest (in alcuni casi)

Il traffico a pagamento invece riguarda le sponsorizzazioni a pagamento sui vari Social Network e su Google AdWords.

Nei principali mezzi a pagamento troviamo invece:

  • Sponsorizzazioni su Facebook/Instagram
  • Sponsorizzazioni su Google/YouTube

Vediamoli ora uno alla volta brevemente.

Traffico Gratuito: Indicizzazione Sito Web su Google

Come ti dicevo, il Sito Web rappresenta le fondamenta del tuo Business. Sul tuo sito hai la possibilità di mostrare i tuoi prodotti e servizi ma sopratutto hai modo di mostrare la tua filosofia e la tua proposta di vendita.

“E’ molto importante infatti, stabilire fin da subito in modo chiaro, a chi sono destinati i nostri servizi e in cosa siamo specializzati.”

Grazie ad un Sito Web, ad un posizionamento SEO secondo determinate parole chiavi ed a Google My Business, hai la possibilità di sfruttare il posizionamento sulle ricerche di Google e su Google Maps ed essere indicizzato nella tua zona di appartenenza “se ovviamente lavori in loco”.

Ecco un esempio di una ricerca fatta da me a Roma con i risultati che Google mi consiglia:

Traffico Gratuito: Blog per Commercialisti

Il Blog è uno dei migliori strumenti per ricevere traffico di qualità verso il proprio sito web e quindi anche verso il proprio Funnel di Vendita.

Questo articolo che stai leggendo è un esempio perfetto di blog che ricevere traffico da potenziali clienti “tu in questo caso”.

Sostanzialmente serve solo un sito web professionale che ospiti al suo interno una sezione dedicata al blog e poi non ti resta che cominciare a scrivere.

Ovviamente però non è una passeggiata.

Per scrivere questo articolo ho dovuto fare prima una ricerca su Google per scoprire se effettivamente c’era un numero abbastanza elevato di persone che cercavano appunto “Come avere clienti come Commercialista” e solo dopo questa ricerca ho iniziato a scrivere.

Quanto ci ho messo per scrivere questo articolo?

1 giorno intero.

Già… ne vale la pena? Assolutamente sì.

Questo articolo rappresenta per me un piccolo venditore che lavora 24h su 24 in cerca di clienti “commercialisti in questo caso”.

Non scrivo articoli ogni giorno però, altrimenti non potrei dedicarmi ai lavori che prendo.

Però anche solo 4 articoli ben posizionati possono fare il loro sporco lavoro di venditori.

Per scrivere contenuti che vengano trovati in rete e che si posizionino in alto nelle ricerche Google non è proprio facilissimo ovviamente, ma ti do una linea guida di partenza che ti garantirà di arrivare almeno in prima pagina:

  1. Fai delle ricerche e capisci prima cosa puoi scrivere
  2. Guarda i primi risultati di Google, leggi i loro articoli e scrivine uno più lungo e dettagliato.

Per scoprire in modo facile e veloce cosa cercano le persone, vai sulla barra di ricerca Google e comincia a scrivere una possibile domanda che un potenziale cliente può fare.

Mentre scrivi noterai che Google comincia a consigliarti delle ricerche correlate.

Ecco un esempio della ricerca che mi ha portato a scrivere un articolo per il settore dei commercialisti:

Come vedi nella lista dei risultati suggeriti da Google c’è la voce “commercialista”.

Mentre scrivo questo articolo non so se riuscirò a piazzarlo primo su Google perché non posso averne la certezza assoluta ma credo proprio di farcela.

A proposito, se mi hai trovato.su Google facendo questa ricerca… significa che ci sono riuscito”

Tuttavia non è facile capire cosa scrivere.

Per questo motivo, con il servizio che offro ai miei clienti, mi occupo di creare una lista di articoli da far scrivere in base al settore di riferimento e fornisco anche delle linee guida su come scriverli.

Gli articoli dovranno essere lunghi, ma non prolissi, scritti con font di grandezza giusta (16/18px) affinché siano facilmente leggibili e il linguaggio dovrà essere semplice e diretto.

Per essere trovato in rete il tuo articolo deve rispondere in modo dettagliato alle domande che gli utenti compiono nei motori di ricerca.

Solo per farti un esempio della potenza di un Blog

Nel 2018 ho deciso di fondare quella che è la mia seconda attività, partendo completamente da zero con un Blog.

In meno di due anni è diventata l’azienda leader di settore in Italia con oltre 15 mila visite mensili sul Sito Web e con cui organizzo Corsi di Sopravvivenza e Viaggi Avventura.

Si chiama Bushcrafter, se vuoi facci un salto: www.bushcrafter.it

Ho scritto un intero articolo approfondito dove ti spiego come creare da zero un Blog di successo e usarlo per guadagnare.

Lo trovi cliccando qui.

Ti voglio inserire anche un piccolo video di approfondimenti sul tema dei contenuti per il Blog, eccolo qui:

Traffico Gratuito: YouTube

Non mi dilungherò molto.

Ti basta sapere che Google e YouTube sono i due motori di ricerca più usati al mondo.

Al primo posto le persone cercano su Google, subito dopo su YouTube.

Si differenziano perché su Google i risultati sono per lo più testuali mentre su YouTube troviamo solo video ma il concetto rimane lo stesso del Blog: produrre video che rispondono alle domande degli utenti e caricarli su YouTube.

Non fare l’errore di pensare che sarebbe meglio caricarli su Facebook o Instagram e non metterli su YouTube.

Al massimo mettili ovunque ma senza scartare YouTube!

Facebook e Instagram non sono MOTORI DI RICERCA, le persona NON CERCANO le cose sui Social, al massimo se le trovano di fronte.

Su YouTube e Google le persona CERCANO, quindi i tuoi contenuti hanno la possibilità di essere trovati anche a distanza di anni.

Se possiedi sia un Blog che un canale YouTube ovviamente moltiplichi le possibilità di ricevere traffico e un canale aiuta l’altro a crescere.

PS: questo è il mio Canale YouTube, seguimi se vuoi approfondire il tema della promozione online e dei Funnel di Vendita

Traffico Gratuito: Pinterest

Questa è una vera chicca.

Pinterest è un canale molto interessante perché è a tutti gli effetti un motore di ricerca per immagini.

La cosa interessante però è che su Pinterest noi possiamo inserire delle immagini che sono linkate a quello che vogliamo:

  • Articoli del Blog
  • Video
  • I nostri servizi ecc…

E’ molto in voga tra i blogger e io ci sto lavorando da qualche mese.

Traffico a Pagamento: Facebook/Instagram

La pubblicità su Facebook e Instagram è una delle più efficaci perché conoscono alla perfezione le abitudini e gli interessi delle persone e quindi sanno benissimo a chi presentare la nostra pubblicità.

D’altronde i Social Network guadagnano solo ed esclusivamente da chi li usa per promuoversi a pagamento, quindi se non genererebbero risultati soddisfacenti non esisterebbero.

Inoltre Facebook ci mette a disposizione quello che si chiama Pixel.

Il Pixel di Facebook è un codice di monitoraggio da installare sul proprio sito web per permettere a Facebook di tracciare i movimenti e le azioni che un utente compie.

In base ai dati che raccoglie sulle persone che atterrano sul tuo sito web, riesce a capire meglio chi è il tuo potenziale cliente.

Quando lo avrà capito, non dovrai fare altro che dire a Facebook di pubblicizzare i tuoi servizi a quel tipo di persona e lui lo farà.

PS: parlo di Facebook e Instagram insieme perché sono la stessa società dello stesso proprietario.

Traffico a Pagamento: Google e YouTube

La piattaforma pubblicitaria di Google ti permette di sponsorizzarti e di comparire nei primi posti della ricerca, secondo determinate parole chiave.

Comparirai quindi sopra a tutti ma avrai una targhetta con scritto “Ann” che sta per “Annuncio” che dichiara che stai pagando per ottenere quei risultati.

Anche la pubblicità su Google ovviamente è in grado di generare ottimi risultati ma questa agisce specialmente sulla Domanda Consapevole invece che sulla Domanda Latente.

Agisce sulla Domanda Consapevole perché le persone che cercano un Commercialista a Roma, sanno già di volerlo… per questo lo stanno cercando.

Il problema è che un sistema pubblicitario di questo genere, costa molto di più e spesso e volentieri, agli occhi del visitatore, ci mette alla pari dei nostri competitor.

In questo modo il potenziale cliente sceglierà quasi sempre in base al prezzo e quindi cadiamo nella battaglia al ribasso (che non giova a nessuno).

Inoltre sempre più persone sono diffidenti dagli annunci su Google, a favore invece di chi si trova nei primi risultati di ricerca PER MERITOCRAZIA, quindi SENZA AVER PAGATO.

Per questo io investo molto negli articoli del Blog, perché se una persona mi trova su Google in prima pagina senza pagare, significa che quello che dico ha un valore molto più alto di chi sta pagando per ottenere lo stesso risultato.

Su YouTube invece funziona sugli interessi delle persone.

La nostra pubblicità verrà mostrata mentre una persona cerca argomenti simili o comunque è in target con il nostro servizio.

Funziona? Sì

Quanto costa? Abbastanza.

Personalmente preferisco utilizzare sia per me che per i miei clienti la pubblicità su Facebook/Instagram perché riesco ad ottenere un risultato migliore a fronte di un investimento più contenuto.

3. Magnete in cui far atterrare il nostro traffico

Ora però che abbiamo un Sito Web in cui mostrare in nostri prodotti e servizi e il nostro Brand, ed abbiamo anche le fonti di traffico (sia gratuite che a pagamento), come procediamo?

Ora ci serve un Lead Magnet.

Il Lead Magnet è un Magnete che attiri le persone e che ci permetta di acquisire il loro contatto.

Ma in pratica?

Il Lead Magnet è la cosa che diamo in cambio al visitatore per ricevere la sua email.

Ti sarà già capitato di imbatterti in un sito e di leggere da qualche parte (scarica il report gratuito su… oppure Scarica questa guida gratuita oppure ottieni 3 video gratuiti su… ecc.. ecc…).

Bene… sono tutti Lead Magnet.

Per farti iscrivere troverai moduli tipo questo della foto:

Sì esatto… è il mio, o quantomeno uno dei tanti a seconda di quello che voglio promuovere.

Nel caso del Commercialista puoi realizzare fondamentalmente 2 tipi di lead magnet che considero validi:

1. Video Guide

2. Pdf/eBook

Ovviamente è preferibile un video ma per cominciare può andar bene anche un Pdf, l’unica caratteristica che deve però avere il tuo lead magnet è che deve creare VALORE.

Deve essere una cosa realmente utile, facile da poter consumare e che dia un immediato aiuto alle persone.

Per esempio puoi creare un Pdf dove elenchi le 10 caratteristiche per capire se ci conviene o no, aprire P.Iva.

Se una persona trova il tuo annuncio dove promuovi questo contenuto gratuito, non ci penserà due volte prima di scaricarlo per capire meglio se gli conviene aprire P.Iva oppure ancora no.

Il Lead Magnet come avrai capito è la MONETA DI SCAMBIO tra te e il contatto del tuo potenziale cliente.

Tu risolvi un problema a lui, lui ti da il suo contatto email.

Domanda: Ma perché ci serve un Lead Magnet? Non possiamo indirizzare le persone direttamente al contatto e all’acquisto dei nostri prodotti e servizi?

Risposta: Certo che sì. Nei miei articoli o nei miei video, inserisco sempre anche io il richiamo al mio contatto e non al mio Lead Magnet ma nonostante tutto bisogna averne uno.

Ora ti spiego perché…

Il Lead Magnet, serve per tutte quelle persone che hanno bisogno di ancora più informazione e ancora più fiducia prima di stabilire un contatto con te.

Ora che abbiamo il suo contatto email, possiamo passare alla fase successiva: Stabilire una Relazione.

4. Stabilire una Realazione con il Potenziale Cliente

Abbiamo il suo contatto email… dobbiamo usarlo nel modo giusto, altrimenti ci abbandonerà e noi abbiamo sprecato i soldi della pubblicità e un occasione.

Attraverso una serie di email che manderemo a questo Lead (Lead sta per persona acquisita), possiamo continuare a dare valore gratuito informandolo sempre di più sull’apertura della P.Iva.

Continuiamo a rimanere nella sua testa proponendogli sempre nuovi contenuti di approfondimento sull’argomento di suo interesse.

Ogni email inviata dovrà richiamare sempre ad un’unica azione: il contatto.

Ad ogni email inviata avremo la possibilità di convertirlo in cliente.

Domanda: Devo inviare ogni volta un’email a questi contatti? Quante email devo inviare?

Risposta: fortunatamente esistono Software come Mailchimp o altri che ci permettono di automatizzare questo lavoro.

Ci danno la possibilità di scrivere delle email pre-impostate e in serie così non dovrai scrivere ogni volta la stessa email per ogni contatto acquisito.

La frequenza delle email dipende, nei primi giorni possiamo mandarne 2/3 in tempi ravvicinati, dopo la prima settimana ti consiglio di inviare 1 email a settimana oppure 1 ogni 10 giorni per non essere troppo stressante.

Ora automaticamente può avvenire l’ultima fase: la Conversione

4. Conversione

Ora se il Funnel è ben strutturato e ben oliato, in automatico avverrà la Conversione del nostro contatto in Cliente.

Per incentivare questa conversione possiamo anche fare delle offerte a tempo oppure a numero chiuso.

Oppure semplicemente attendere.

A volte un potenziale cliente, diventa nostro cliente dopo 1 minuto, dopo 1 giorno o dopo 1 mese o un anno.

Non sappiamo quando lui sarà pronto, sappiamo però che noi dobbiamo esserci quando finalmente lo sarà.

Adesso che hai ottenuto il tuo primo cliente non ti resta che calcolare il tuo ritorno di investimento.

Esempio:

  1. Hai speso 100€ in pubblicità su Facebook
  2. Hai ottenuto 5000 visite al sito web
  3. Di queste 5000 visite, 1000 hanno scaricato il tuo Lead Magnet
  4. Di questi 1000 Lead, hai ottenuto 5 clienti.
  5. Ogni cliente apre P.Iva con te e ti paga 800€/anno
  6. Hai guadagnato 4.000€ spendendone 100.

Su 1000 contatti di potenziali clienti, hai lo 0,5% come Tasso di Conversione.

Ovvero 5 persone ogni 1000 che si registrano per avere il tuo Lead Magnet, diventano tuoi clienti.

Questo è solo un banale esempio fatto con numeri un po causali ma il concetto è che con un Funnel conosci perfettamente il ritorno di investimento che hai e sei in grado di capire se puoi alzare il budget pubblicitario speso oppure se c’è qualcosa da ottimizzare e migliorare nel sistema.

Beh… non male no?

Prima di concludere con questo articolo però, voglio lasciarti con un ulteriore video che ho preparato per te e che ti sarà estremamente utile per capire meglio sia il concetto di Funnel sia la strategia che utilizzo per apparare fin da subito i costi pubblicitari, ancora prima di ottenere un cliente.

Buona visione:

Conclusioni

simone talamo esperto web marketing

Bene siamo arrivati al termine di questo articolo che spero ti sia stato di aiuto per capire come puoi promuoverti efficacemente online.

Se promuoverti online puoi contattarmi oggi stesso cliccando qui.

Fisseremo una telefonata conoscitiva in cui mi parlerai del tuo progetto per capire insieme se c’è la possibilità di collaborare.

Ti ricordo inoltre che se volessi seguirmi personalmente mi trovi su Instagram o su YouTube dove condivido altre guide e consigli vari.

Ci vediamo al prossimo articolo,

Simone

Condividi l’articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SIMONE-TALAMO

Vuoi aumentare i tuo clienti promuovendoti online?